EffettoNapoli - Logo Esteso
Newsletter

Teatro

Il freddo Pinocchio di Pommerat

Nel 2013 La riunificazione delle due Coree di Joël Pommerat fu uno degli spettacoli più toccanti del Napoli Teatro Festival. Era molta quindi l’attesa per il suo Pinocchio, andato in scena al Mercadante per questa edizione 2016 del festival. E molte sono le perplessità che accompagnano questo adattamento dell’opera di Collodi.

Pommerat realizza uno spettacolo freddo, il cui obiettivo o la chiave interpretativa non appare assolutamente e purtroppo chiara. Manca, in effetti, la magia e una possibilità di immedesimarsi nell’ingenuità bambinesca di Pinocchio e nella sua evoluzione verso il diventare un bambino vero e, conseguentemente, procedere poi verso l’età adulta.

È un Pinocchio triste, senza colori, ma soprattutto senza anima, anche se tecnicamente ben costruito da un punto di vista scenografico (l’albero, la scuola, il mare, la balena), sonoro (bella la musica dal sapore un po’ circense) e dalle soluzioni volutamente e squisitamente artigianali, che purtroppo non riescono a creare un mondo incantato.

●●●

Condividi:
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Visualizza tutti i commenti

Newsletter

Resta aggiornato ogni settimana sui nostri ultimi articoli e sulle notizie più interessanti dal nostro blog.
Privacy Policy

Google reCaptcha: chiave del sito non valida.