EffettoNapoli - Logo Esteso
Newsletter

Cultura, Teatro

Il Nazionale di Napoli all’Università delle Arti di Barcellona

LDe FuscoOrestea di Eschilo per la regia di Luca De Fusco, presentata in questi giorni a Barcellona, non significa solo portare una grande produzione italiana all’estero in un teatro prestigioso come il Lliure. Significa anche intraprendere relazioni culturali e educative che travalicano i limiti della semplice produzione.

In questo contesto, quindi, si pone l’incontro del 7 ottobre presso l’Università delle Arti di Barcellona tra gli studenti del corso di laurea di teatro e recitazione e il direttore del Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale De Fusco.

Il teatro grande dell’Università ha visto un dibattito aperto, moderato dal sottoscritto in qualità  di docente di Teoria, Storia e Critica del Teatro, un domanda e risposta con gli studenti, provenienti da diversi paesi d’Europa, su temi quali la fisionomia di un Teatro nazionale, il significa di internazionalismo delle produzioni (ad esempio i rapporti del Nazionale di Napoli con Spagna e Russia), ma anche il rapporto tra i classici e il teatro contemporaneo, partendo per l’appunta dalla rivisitazione dell’Orestea.

Un’Orestea che, come teatro classico, deve essere approcciato non con uno stile naturalistico, ma con quelle che De Fusco definisce epico, basato sul rapporto tra parola e musica.

All’incontro, oltre agli studenti, anche il preside Giles Auckland-Lewis, il direttore degli studi Andrew McKinnon, i direttori di dipartimento Drew Mulligan (Teatro) e Jennifer Blake (danza), i docenti Valentina Temussi e Martin Lewton.

L’evento ha goduto del patrocinio di INIT – International Network of Italian Theatre.

●●●

Condividi:
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Visualizza tutti i commenti

Newsletter

Resta aggiornato ogni settimana sui nostri ultimi articoli e sulle notizie più interessanti dal nostro blog.
Privacy Policy

Google reCaptcha: chiave del sito non valida.