Portale di approfondimento cittadino    |
“a Napoli il Pomodoro e’ una mezza religione”.
29 luglio, 2012   |  

Pacchero al pomodoro

Pomodoro  a Napoli è, pomodorino del Vesuvio, pomodoro san Marzano, pomodoro del piennolo e tante altre varietà di pomodori. In passato gli venivano attribuiti misteriosi poteri eccitanti ed afrodisiaci ed infatti chiamato anche frutto dell’ amore. Il segreto sta  rinchiuso nella polpa carnosa, succosa e gustosa di ognuna di loro con le sue diversità organolettiche. Oltre questo non c’è molto da aggiungere a ciò che recita il titolo: nient’ altro che una gustosa e semplicissima ricetta con l’indiscusso principe della tavola Partenopea.

Pacchero di Gragnano ai pomodorini del Vesuvio
_
Ingredienti per quattro persone:
500 g di paccheri
300 g di pomodorini del Vesuvio
80 g di olio extra vergini d’oliva
Uno spicchio d’aglio
Parmigiano
Tanto basilico
_

Procedimento:

  • In abbondante acqua salata cuocete i paccheri; a parte tagliate a quattro i pomodorini.
  • In una padella fate rosolare nell’olio lo spicchio d’aglio appena schiacciato; appena imbionditosi , toglietelo e versateci i pomodorini. Fate cuocere per circa cinque minuti.
  • Scolate i paccheri al dente, conservando a parte un po’ d’acqua di cottura della pasta.
  • Mantecate i paccheri nei pomodorini, aggiungete basilico e parmigiano in abbondanza ed in ultimo, se la salsa risultasse un po’ avara di liquido, aggiungetevi un po’ d’acqua conservata.
  • Realizzate il piatto ed in ultimo completate con del basilico e parmigiano.

Un buon appetito a tutti, e ricordate che il pomodoro sono nel periodo di massima maturazione adesso, perciò dolci, sodi e rinfrescanti. Da provare.

Print Friendly
Inghemarck Guida

Autore : Inghemarck Guida

La mia è una storia di passione per il territorio ed il suo cibo e per il mestiere del cuoco. Ho conseguito il diploma nel 1996 presso il prestigioso Istituto Alberghiero di Vico Equense,. Nell’ambito della mia quasi ventennale esperienza professionale ho collaborato con grandi strutture alberghiere e ristorative. A Napoli ho potuto collaborare al Royal Continental Group.

Tutti gli Articoli