Portale di approfondimento cittadino    |
Napoli, calciomercato: a che punto siamo
27 giugno, 2013   |  

Dopo aver annunciato il primo acquisto nello scorso weekend, il Napoli è impegnato su diversi fronti per completare l’organico da mettere a disposizione di Benitez tra 15 giorni. I tasselli da inserire sono diversi, secondo le richieste di Benitez, un paio in difesa, uno a centrocampo e altri due tra linea di trequarti e attacco.

Portieri: la situazione è chiara, il Napoli ha confermato De Sanctis, ma Benitez vuole che ci sia competizione nel ruolo e per questa ragione si sta trattando il portiere del Santos, Rafael, giovane classe ’90, ma con già quasi 200 presenze tra campionato e coppe. Gli azzurri hanno in organico Rosati che verrà venduto, mentre Sepe dopo due anni in Lega Pro, verrà prestato in serie B, sempre in questa categoria verrà collocato Marco Silvestri portiere di proprietà del Chievo, che verrà acquistato in comproprietà. Colombo dovrebbe essere confermato come terzo.

Difesa: è stato il reparto sul quale si sono concentrate più voci fin dall’apertura del mercato con Agger, Skrtel e Ivanovic accostati alla società azzurra, ma di fatto mai trattati avendo ingaggi ben superiori ai 5 milioni di euro, anche Astori è stato accantonato sia perché Cellino non vuol venderlo sia perché il tecnico spagnolo avrebbe chiesto un difensore di piede destro. E allora ad oggi i due nomi ai primi posti della lista sono il francese Rami, classe ’85, che gioca nel Valencia (richiesta 12 milioni, offerta del Napoli ferma a 9) e il camerunense N’Koulou, classe ’90, del Marsiglia la cui quotazione è intorno ai 10-12 milioni. Si diceva di un secondo obiettivo per la difesa, ovvero di un giocatore in grado di giocare anche da terzino destro, nel caso soprattutto che Mesto venga ceduto, ma per ora non ci sono notizie su questo fronte.

Centrocampo: la necessità del Napoli è quella di acquistare un calciatore dotato di discreta prestanza fisica da affiancare nel reparto sia a Behrami che a Inler e Dzemaili, nella coppia da schierare davanti alla difesa. L’esigenza tecnica è quella di un giocatore in grado di dettare i tempi, gestire la palla nella transizione tra difesa e trequarti e garantire delle geometrie di gioco. Il primo nome, sulla lista dei giornalisti, è stato quello di Mascherano, irraggiungibile però più per l’ingaggio di quasi 6 milioni l’anno che percepisce dal Barça che per la valutazione di 20-25 milioni compatibile con quella di un giocatore della sua levatura ed esperienza. Tuttavia il nome caldo in questi giorni è quello di Maxime Gonalons, classe ’89, centrocampista e capitano del Lione con il quale ha disputato ben 150 partite di cui 27 in Europa, il suo profilo risponde a quello ricercato dagli azzurri che stanno trattando su una base di 12-13 milioni di euro a fronte di una richiesta (esagerata) di 18 della squadra francese. Ma l’accordo già trovato con il calciatore e i buoni rapporti tra i presidenti Aulas e De Laurentiis, lasciano immaginare una positiva conclusione dell’affare. In uscita a centrocampo sia Gargano che Donadel, Radosevic invece verrà girato in prestito in serie B o in serie A per giocare con continuità.

Attacco: ad oggi il reparto è composto da Cavani e Calaiò (sicuro di andare via e cercato da diversi club di A e che andrà sostituito), e sulla trequarti Hamsik, Insigne, Pandev, El Kaddouri e il neo acquisto Mertens. Tra questi, il giovane El Kaddouri è vicinissimo al prestito al Livorno, e la duttilità degli altri di poter giocare sia esterni che centrali, consente al Napoli di dover cercare solo un altro giocatore per completare il pacchetto.

Il nome in cima alla lista dei desideri è Jose Maria Callejon, classe ’87, di proprietà del Real Madrid formatosi nella cantera e poi esploso nell’Espanyol, riportato a casa da Mourinho che spesso l’ha utilizzato concedendogli 78 presenze in due anni. Finora l’operazione è stata in stand-by, ma l’arrivo di Ancelotti potrebbe sbloccare il calciatore, il cui procuratore è tra l’altro lo stesso di Benitez. Il DS Bigon è stato martedì a Madrid per avviare la trattativa, e poi ripartire alla volta della Francia per andare a Lione.

TotoCavani: rilasciata dal Matador ieri un’intervista conciliante a Marca, dalla quale emerge il desiderio di trattare col presidente l’abbassamento della clausola, ma sia De Laurentiis che Benitez sono sordi da quest’orecchio e quindi Cavani dovrà arrendersi e cercare di portare un’offerta per l’intera clausola per poter lasciare Napoli. Nelle sue preferenze al top c’è il Real Madrid, che cederà Higuain per 28 mln e acquisterà Isco per 30, di conseguenza potrebbe non avere la liquidità e la volontà di spendere i 63 mln, mentre il Chelsea finora ha sondato i procuratori, ma senza formulare offerte al club azzurro, così come il Manchester City, per conto del quale Pellegrini ha ieri tolto Dzeko dal mercato. Quotazioni ad oggi, Napoli 40%, Real Madrid 25%, Chelsea 15%, Manchester City e United 10% ognuno.

Per l’eventuale sostituzione del capocannoniere i nomi più caldi sono quelli di Gomez e più staccato Damiao.

[Foto: elaborazione dell’autore]

Print Friendly
Andreas Van Hanegem

Autore : Andreas Van Hanegem

Sport & Calcio

Tutti gli Articoli