Portale di approfondimento cittadino    |
Calcio: Napoli, Aprile dolce…
14 aprile, 2014   |  

HiguainIl proverbio è piuttosto vecchio “oh Aprile, dolce dormire..” ma sembra calzante con il momento attuale del Napoli che scende in campo a sprazzi, a istanti e a momenti. Il campionato con il distacco congelato di 9 punti sulla Fiorentina e 12 dalla Roma sembra congelato e allora la tentazione di rilassarsi colpisce in certi frangenti la squadra di Benitez che alterna prestazioni super (contro la Juventus), prestazioni scialbe (contro il Parma) e prestazioni ibride (contro la Lazio). Il problema di fondo è duplice: non tutti i giocatori della rosa hanno le giuste qualità per giocare il calcio che Benitez vuole proporre e non tutti i calciatori hanno la mentalità vincente che ti porta a dare il 100% che si giochi a rubamazzo o la finale del Mondiale.

La soluzione a questo problema consiste semplicemente nel sostituire un’ulteriore parte dei reduci di Mazzarri con calciatori di profilo superiore e lasciar lavorare poi Benitez per mettere a punto l’equilibrio di una squadra, che ha dato per tutta la stagione l’impressione di poter vincere contro qualunque avversario ma di essere spesso incapace di minimizzare i rischi come una grande squadra deve invece saper fare.

Questo mese propone agli azzurri ancora due sfide di campionato, una doppia trasferta sabato 19 ad Udine e 7 giorni dopo a San Siro contro l’Inter, c’è da augurarsi che la prospettiva di chiudere in anticipo la pratica per il terzo posto e lo sfidare l’ex Mazzarri siano stimoli sufficienti a motivare il gruppo per giocare al meglio delle sue possibilità, ma è più probabile che la gara successiva del 3 maggio, finale di Coppa Italia, fornisca a tutti i giusti argomenti per giocare al meglio in campionato e garantirsi a suon di prestazioni la maglia di titolari nella gara dell’Olimpico a Roma.

[Foto: sscnapoli.it]

Print Friendly
Andreas Van Hanegem

Autore : Andreas Van Hanegem

Sport & Calcio

Tutti gli Articoli