Portale di approfondimento cittadino    |
Effetto Museo: il sold out di Giovanni Lindo Ferretti e la domenica di Stefano Benni
30 novembre, 2013   |  

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Effetto Museo è la rassegna ideata e diretta da Pino Miraglia che si articola, a partire dallo scorso 15 novembre e fino e al 15 gennaio 2014, nel segno degli incontri tra le arti e delle performance prestigiose pensate ed allestite ad hoc per le tre splendide location del Polo Museale di Napoli, Villa Pignatelli, Museo di Capodimonte e Villa Floridiana, che la rassegna intende valorizzare. Archiviata già nell’ambito del primo week end di rassegna la splendida performance di Ascanio Celestini, che con “Il piccolo paese” ha portato sul palco di Villa Pignatelli uno show che è come un concept album di pillole narrative ed improvvisazione in scena, la kermesse prosegue sabato 30 novembre col sold out incassato dalla controversa curva artistica ed umana di Giovanni Lindo Ferretti ed il suo show ““A cuor contento”. Mentre al Museo di Capodimonte per la Notte dei Musei va in scena lo spettacolo itinerante “Guardate! Racconti fotografici” per la regia di Raffaele Di Florio, con Raffaele Ausiello, Giuseppe Cerrone, Paolo Cresta, Stefano Ferraro e musica dal vivo di Riccardo Veno.

Domenica 1 dicembre il week end di rassegna si chiude invece con la seconda replica, alla Floridiana alle 11.30, di “Sulle ali di Peter” tratto da J. M. Barrie per la regia di Giovanna Facciolo, mentre al Museo di Capodimonte, sempre alle 11:30, è la volta della seconda di “Guardate! Racconti fotografici” per la regia di Raffaele Di Florio. A sera, in Villa Pignatelli alle 21 è infine la volta di Stefano Benni che con Brenda Lodigiani presenta in esclusiva nazionale “5 racconti sull’amore”, il reading a due voci che l’autore parodico e surreale nel segno di Gadda mette a punto per Effetto Museo.

Sabato 30 novembre il tutto esaurito nel raccolto spazio di Villa Pignatelli per il live di Giovanni Lindo Ferretti, ex leader di CCCP Fedeli alla Linea e CSI, storica voce del punk italiano, che ha da poco pubblicato il libro “Barbarico”, torna a raccontarsi live con le canzoni del suo repertorio solista e quelle con le due memorabili formazioni; in scaletta anche brani tratti da “Saga, il Canto dei Canti”, recente album pubblicato da Sony Music, oltre a inediti raramente eseguiti dal vivo tratti da “Co.Dex” (1999) e da “Ultime notizie di cronaca” (PGR, 2009). Sul palco con lui due fedeli compagni di viaggio, entrambi ex componenti degli Ustmamò: Ezio Bonicelli al violino e chitarra acustica e Luca A. Rossi al basso, chitarra elettrica, batteria elettronica, ad assicurare alle canzoni una nuova – quanto fedele all’originale – veste elettrica. La sala di Villa Pignatelli vibrerà di note monumentali come quelle di “Depressione caspica”, “Annarella”, “Radio Kabul”, “Amandoti”, “Unità di produzione”, “Mimporta ‘nasega”, “Emilia Paranoica”.
“A cuor contento” è il nuovo viaggio musicale di Ferretti intrapreso nel 2011 e divenuto anche un cd live contenente 11 brani registrati nei piccoli club italiani.
Personalità controversa di raro spessore intellettuale e spirituale, Lindo Ferretti giunge a Villa Pignatelli a confessare d’aver vissuto trent’anni di militanza umana ed artistica restando disturbante ad ogni costo ed in ogni senso. Da icona della musica underground italiana ad eremita a Cerreto Alpi, sull’Appennino tosco-emiliano: una montagna a dimensione umana. Dal punk filosovietico all’integralismo cattolico, maestro assoluto dell’arte di provocare, a 60 anni Giovanni Lindo Ferretti non è solo un cantante, scrittore, poeta. È soprattutto un uomo che ha vissuto per molto tempo il palco con disagio – a volte incontenibile, a volte accettabile, anche glorioso – rigettando tutto sul suo pubblico e che adesso ha trovato una nuova dimensione.

EFFETTO MUSEO
presenta
GIOVANNI LINDO FERRETTI
In concerto “A cuor contento”
Con Ezio Bonicelli e Luca A. Rossi
Sabato 30 novembre ore 21
Villa Pignatelli – Napoli
www.effettomuseo.it

Print Friendly
Rosa Criscitiello

Autore : Rosa Criscitiello

32 anni, afragolese. Dopo aver sostenuto i suoi esami presso l’ateneo federiciano ed essersi dedicata al teatro (laboratorio teatro Elicantropo, drammaturgia e regia), lascia l’Italia e termina gli studi laureandosi in Lingua e Cultura Italiana (Italiaanse Taal en Cultuur) all’Universiteit van Amsterdam; torna per un master in Management degli eventi e dei prodotti musicali, teatrali e cinematografici (Pomigliano Jazz Festival, Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II), al quale segue uno stage in “Stella Film”. Nel frattempo, si dedica alla progettazione culturale ed infine approda alla produzione di concerti, collaborando con Concerteria, Promomusic Italia e l’allestitore Italstage. Appassionata della propria italianità e dell’incontro tra le culture, parla benissimo l’inglese e molto meno bene il nederlandese, ed è, a tempo perso, un’insegnante di italiano a stranieri.

Tutti gli Articoli