Portale di approfondimento cittadino    |
La Bohème di Puccini arriva all’ex stabilimento Cirio di Vigliena, passando per il San Carlo.
27 maggio, 2012   |  

Ci sono strani movimenti in città. Piccole scosse artistiche muovono capitali umani. Per l’esattezza li spostano a Vigliena (stradone portuale a San Giovanni a Teduccio): quello che una volta era uno stabilimento della Cirio è oggi una struttura polivalente che brilla nella periferia est napoletana, l’immancabile prodotto post industriale trasformato in laboratorio, centro di creazione e location d’eccezione della fondazione Teatro San Carlo.

Ma procediamo con ordine: ventitré partecipanti selezionati tra Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio attraverso la concertazione e l’incontro di parrocchie, istituzioni, cooperative e associazioni che “curano” la zona, dopo quindici giorni di laboratorio intensivo (del regista Francesco Saponaro – notevole esempio di napoletano per Napoli), insieme ad alcuni cantanti emergenti ed altri diplomandi al Conservatorio di San Pietro a Majella, con l’assistenza dei tecnici del Teatro San Carlo sono pronti per la prima di stasera di una particolarissima Bohème.

I laboratori artistici del Teatro San Carlo di Vigliena ospiteranno a partire da stasera – domenica 27 maggio – fino al 3 giugno La Bohème a Vigliena: una rilettura dell’opera preparata in questi mesi attraverso un lungo percorso iniziato con degli incontri didattici e che ha come indiscusso protagonista il territorio: i sentimenti dell’opera pucciniana animeranno un luogo eccellente per questa messa in scena dagli eccezionali intrecci espressivi. Grazie all’adattamento e alla regia di Francesco Saponaro, l’attualizzazione di un grande classico diventa così il simbolo di un riappropriarsi dell’umanità di un luogo mettendolo in scena. Facendone la scena e la sua rappresentazione. Spettacolare.

Accanto al coro dei ventitrè partecipanti Céline Berenguer eseguirà le musiche di Giacomo Puccini. Lino Fiorito, Pasquale Mari e Daghi Rondanini alle scene e ai costumi, alle luci ed al tappeto sonoro: tre maestri. Più che una semplice serata a teatro o una passeggiata in periferia un’esperienza innovativa e democratica, in uno spazio che promette molto. Conveniente perfino: il posto unico costa sette euro. Mi pare un affare, per tutti.

Laboratori Artistici del Teatro di San Carlo – Vigliena:  

La Bohème a Vigliena (da La Bohème di Giacomo Puccini)

Prima – Domenica 27 maggio, ore 21 – repliche: Martedì 29; Mercoledì 30; Giovedì 31 maggio; Venerdì 1; Domenica 3 giugno – sempre ore 21 

Posto unico  7 euro – Infoline: 081.081.7972331-412-468,  biglietteria@teatrosancarlo.it

http://www.youtube.com/watch?v=bXRwoEb2MHw

[Foto © Teatro di San Carlo]


Print Friendly
Michela Iaccarino

Autore : Michela Iaccarino

Leone ascendente scorpione. Classicista. Originaria della penisola sorrentina, trentenne. Eterna studentessa alla facoltà di Filosofia della Federico II. Collaboratrice e fotografa presso l’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, i Quaderni di Cinemasud e CNN Italy. Ama ripetere: “La fotografia è la più verosimile delle menzogne”.

Tutti gli Articoli