Portale di approfondimento cittadino    |
I Musicoltori parte II: Giovanni Block, il “pensatore d’oro”
29 marzo, 2012   |  

Alto, moro e con gli occhi vispi,  no, non è il principe azzurro del nuovo millennio ma molto probabilmente sarà il cantautore del futuro: Giovanni Block.  Ha l’aria di chi sa dove vuole andare e ce la mette tutta per arrivare fino in fondo, questo fa di lui un probabile “vincente”. La sua musica è paragonabile alla seta, liscia, di classe, ricercata e allo stesso tempo semplice. Non ci sono sovrastrutture, non bisogna leggere tra le righe, la scrittura di Block è diretta, ironica e sapientemente “colorata”. Nonostante la sua giovane età è un’artista pluripremiato, ma chi vi scrive non ha intenzione di fare l’elenco dei “trofei” di Giovanni. Leggendo qua e la recensioni fioccano i paragoni, la musica di Block potrebbe essere paragonata a quella di Gaber: ma anche no. Giovanni ha un suo stile, una sua personalità e paragonarlo ad un’artista , eccelso per chi vi scrive, che ormai non c’è più lo trovo riduttivo. C’è la tendenza in Italia di accostare  sempre il nuovo al vecchio, questo perché si sta perdendo l’occhio, in questo caso l’orecchio, critico. Si sta perdendo personalità, nessuno si prende la responsabilità di dire qualcosa di unico. Block è uno dei pochi che ha qualcosa da dire che non sia un copia e incolla musicale, che non prenda spunto da pensieri altrui. Giovanni è un pensatore d’oro che Napoli, ma credo tutta l’Italia, dovrebbe essere orgogliosa di aver partorito. Lo volete ascoltare? Stasera alle 21 presso il teatro Sannazzaro parte il tour di “ un posto ideale” l’ultima fatica discografica del “cantattore” nei negozi già dai primi di novembre del 2011. Sul palco con lui (voce ,chitarra e flauto traverso) ci saranno: Carlo Castellano (pianoforte), Ron Grieco (contrabbasso), Marcello Giannini (chitarre), Pasquale Benincasa (percussioni), Fabio Renzullo (tromba), Marco Castaldo (batteria) e Roberta e Marina Block (cori). Oltre ai brani contenuti nel suo ultimo disco Giovanni eseguirà anche brani del vecchio repertorio e alcuni inediti che faranno parte del nuovo disco già in fase di elaborazione. Consigliato a tutti quelli che cercano ironia tagliente espressa con delicatezza, se non vi pare possibile andate ad ascoltarlo, il prezzo è accessibile e la musica è ottima. (Photo_Sabrina Cirillo)

Chi_Giovanni Block

Dove_Teatro Sannazzaro Napoli Via Chiaia 157

Quando_Giovedì 29 marzo alle 21 (oggi)

Biglietti_15 euro posto unico

Perché_Sostenere la cultura emergente, fare in modo che l’Italia abbia ancora dei  “pensatori d’oro”

Suona come_Ascolta “La moda del ritorno”

Print Friendly
Micaela Tempesta

Autore : Micaela Tempesta

Nata a Napoli nel ’76 e vive con la musica da quando ne ha memoria. Scrive per mestiere e per passione e quello che scrive solitamente lo si può ascoltare più che leggere: è il suo modo per scaricare ansie, frustrazioni, tachicardie e mal d’amore vari. Ho collaborato con uno studio di produzione di musica dance durante la sua prima adolescenza poi per fortuna è rinsavita (o forse si è rincoglionita del tutto) e vive la sua seconda adolescenza facendo la cantautrice

Tutti gli Articoli