Portale di approfondimento cittadino    |
Festa europea della Musica di Napoli: fare musica tutti, in ogni angolo della città
21 giugno, 2013   |  

E’ partita ieri con due anteprime, il party di apertura all’Istituto di Cultura Francese “Grenoble” e l’aperitango promosso da “La tana dell’arte” con Tango Sonos Duo live davanti l’Accademia di Belle Arti, la XVI edizione napoletana della Festa europea della Musica, il format inventato nel 1992 in Francia dall’allora ministro della cultura Jack Lang e divenuto rete di città nel 1995. Un giorno intero, il 21 giugno che è pure solstizio d’estate, dedicato alla musica nei luoghi consueti ma soprattutto inconsueti, all’insegna della completa gratuità e dell’ecumenismo della fruizione.

“Fare musica tutti” è la mission dell’evento di quest’anno, che ha coordinato circa 25 tra performance musicali, tavole rotonde, appuntamenti di musica come conoscenza ed educazione: sta proprio nel rapporto tra musica e didassi, “più scuole di musica, più musica nelle scuole”, il leitmotiv del grande concerto di stasera, 21 giugno, in piazza del Gesù, che dalle 19.30 vede esibirsi le orchestre delle due scuole medie ad indirizzo musicale Viale delle Acacie e Campo del Moricino su musiche, tra le altre, di Bizet; si prosegue con La Bestia Carenne, out col nuovo album “Ponte” e Francesco di Bella con Tarall & Wine, il nostro “indie” in scena a mostrare ai ragazzi delle scuole che la musica, in barba ai talent, diventa un destino solo quando hai per davvero qualcosa da dire; chiude la grande Orchestra Multietnica del Mediterraneo, che regala alla Festa della Musica di Napoli l’apertura del loro “Tour Inverso”, che porterà l’Orchestra, accompagnata da una rappresentanza delle associazioni partner, e una delegazione di rifugiati a ripercorrere a ritroso un percorso nelle zone calde dello sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici stranieri/e. L’idea è quella di compiere un viaggio/tour in direzione opposta a quella che tutti i giorni fanno uomini e donne in fuga dai loro paesi: dalle coste africane a Lampedusa fino alle campagne, ai piccoli paesi e alle grandi città del sud Italia. Meta finale del tour è Lampedusa.

Ecco il programma completo di oggi, ci si vede in giro, e buona musica!

 

VENERDI  21 GIUGNO

Conservatorio San Pietro a Majella _ Il Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili Onlus partecipa alla Festa della Musica Europea, per richiamare all’attenzione il valore educativo e sociale della musica, una tavola rotonda moderata dalla dottoressa Livia Grimaldi, presidente della rete ‘NAMUSICA, il comitato che patrocina anche la manifestazione concertistica a Napoli e che accoglie dalle 16 del giorno 21 nella Basilica di San Giovanni Maggiore l’esibizione di alcuni nuclei dalla Campania e dalla Basilicata:

Convegno ore 10.30 alla sala Martucci Conservatorio San Pietro a Majella

Costruire con la musica – il Sistema delle Orchestre giovanili e l’istruzione musicale in Italia

interverranno:

Prof.ssa Elsa Evangelista (Direttore del Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli);

Dott. Achille Mottola (Commissario del Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli);

Ing. Luigi Vinci (Presidente Ordine degli Ingegneri di Napoli);

Dott. Roberto Grossi (Presidente del Sistema Orchestre e Cori Giovanili ed Infantili in Italia)

Prof. Dinko Fabris (membro del CdA del Sistema- Presidente della Società Internazionale di Musicologia)

M° Eugenio Ottieri (Referente Campania del Sistema);

M° Andrea Gargiulo (Direttore Artistico di Musica in Gioco – Nucleo del Sistema, Bari)

Dott. Gianlorenzo Sarno (Presidente di Musica in Gioco – Nucleo del Sistema, Bari)

Dott.ssa Chiara Eminente (Direttore Artistico dell’Ass.ne Alessandro Scarlatti di Napoli)

Prof. Oreste De Divitiis (VicePresidente dell’Ass.ne Alessandro Scarlatti di Napoli)

Prof.ssa Fabrizia Landolfi (Dirigente ICS P.Borsellino, Napoli)

 

Chiesa di San Giovanni Maggiore – Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli

Basilica San Giovanni Maggiore | ore 16.00 presentazione Sistema orchestre e cori giovanili e infantili in Campania – a cura dell’associazione ‘Na Musica

Nucleo “La Musica in mano ai criaturi – Gli Angiulilli” (Napoli)

Consort Pergolesi “Ensemble di flauti dolci” (Arco Felice – Napoli)

Nucleo “Orchestra Concerto Bandistico Giuseppe Pafundi” (Potenza)

Nucleo “Orchestra Giovanile Progetto Sonora Junior Sax” (Napoli)

 

Funicolare Centrale piazzetta Augusteo

La Terza Classe acoustic live. Dalle 17.00 alle20.00 in collaborazione con MetroNapoli SpA e con il contributo di CISL FILCA

 

Chiesa di San Francesco delle Monache – via Santa Chiara, 10

Dalle 18.00  spazio aperto alle chitarre di Enzo Amato, a cura di Domus Ars Centro di Cultura permanente

CFM – via Imbriani 94/6: dalle 18 alle 21 saggio degli allievi. A cura dell’associazione Domenico Scarlatti

Largo Banchi Nuovi: dalle 18 Festa della tammorra: socializzazione tra tutti i cittadini, bambini, giovani ed anziani: momenti di gioco e formazione per i più piccoli e tanta musica per ballare. A cura di Comitato Zero con II municipalità Comune di Napoli.

Maschio Angioino – Antisala dei Baroni: dalle 18 concerto per cori e corali: progetto Vandalia del M° Lucio Lo Gatto

 

Piazza del Gesù Nuovo

dalle 19.00 “FareMusicaTutti” : più scuole di musica più musica nelle scuole

Con la partecipazione delle scuole medie viale delle Acacie e Campo del Moricino, Ensamble Jazz San Pietro a Majella, Orchestra Multietnica del Mediterraneo, Tarall & Wine, Francesco Di Bella

 

Circolo ufficiali della Marina Militare – via Cesario Console n. 3 bis

ore 20.00 Marco Sannini Jazz Trio, a cura dell’associazione ex allievi del Conservatorio S. Pietro a Majella

The Swing Tree, Marco Sannini Jazz Trio: Marco Sannini (cornetta), Oscar Montalbano (chitarra manouche), Marco De Tilla (contrabbasso). Verranno eseguiti swing che ricreano l’atmosfera della golden age del jazz con un repertorio filologico che spazia tra gli anni ’20 e gli anni ’30 del Novecento. Tra le altre, musiche di Duke Ellington, Benny Goodman, Louis Armstrong.

 

Samba in Tour: via Bellini- piazza del Gesù Nuovo- piazza Bellini: dalle 21.00 ritmi e percussioni brasiliane a cura di Pega Onda.

 

Università’ degli studi di Napoli Suor Orsola Benincasa

dalle 21.00 Al Solstizio d’estate – Concerto del duo pianistico Monica Leone e Michele Campanella

W.A. Mozart, Sonata in Do Maggiore k521 – per pianoforte a quattro mani

Franz Schubert, Sonata in Do Maggiore, op. post.140 “Gran duo” – per pianoforte a quattro mani

(su prenotazione mail att.culturali@unisob.na.it oppure 081.2522267)

 

piazza San Domenico

dalle 21.00 “Le danze dei popoli. Le danze del Sud: tammurriate, pizziche e tarantelle”

a cura di ISFOM e Passi Randagi. L’Isfom è lieta di partecipare con l’associazione Passi Randagi anche quest’anno alla Festa europea della musica con una performance nella quale si coinvolgerà il pubblico in attivazioni sonoro-musicali, gestuali e coreutiche. Per l’occasione si intende avvalersi del contributo del gruppo di danze popolari con strumenti della tradizione (ass. Echi del Mediterraneo) per un’esperienza a 360°, attraverso suoni, azioni e movimenti finalizzati ad una comune interazione.

 

SABATO 22 GIUGNO

Nut Academy

Corso Umberto I

dalle 15.00 alle 20.00 “Music Production: Mixing & Mastering” a cura di Vinci Acunto, produttore e sound engineer. Un intero pomeriggio dedicato agli strumenti e alle tecniche che caratterizzano queste due importanti fasi di produzione: il missaggio e il mastering.

Si analizzeranno gli strumenti: il mixer, gli equalizzatori, i filtri, i processori dinamici, gli effetti a linee di ritardo, gli exciter e gli strumenti di misurazione e il loro utilizzo diversificato in base alla varietà delle sorgenti sonore da trattare e gli obiettivi da raggiungere. La partecipazione è gratuita e a numero chiuso ma è possibile prenotarsi con una mail all’indirizzo info@nutacademy.it inviando il proprio nome e cognome e indicando l’evento prescelto o l’intero pomeriggio. Sarà comunque possibile recarsi direttamente in sede e verificare la possibilità di assistere. A cura Di Nut Academy

 

Chiaiano-Piscinola, Soccavo-Pianura, San Giovanni a Teduccio

Festa della Musica in tour dalle 17 alle 21 con La Mescla live

 

palazzo Maddaloni – via Maddaloni, 6

dalle 18.30 “Il piano donna. Aspettando Piano City Napoli”, a cura di Napolitano Pianoforti, Piano City Napoli

In occasione della Festa europea della musica, Aspettando…Piano City Napoli presenta: Il Piano Donna. L’attenzione ora viene posta all’incrocio tra sensibilità artistica femminile ed il pianoforte. I gesti compositivi, le esperienze interpretative, la pratica della musica d’improvvisazione tutto da una prospettiva femminile.
Valentina Ambrosanio, Veruska Graziano, Ivana Muscoso, Maria Grazia Ritrovato, in questa occasione presenteranno alcuni momenti delle loro ultime produzioni discografiche, compositive e interpretative.
Tre mondi: la composizione, l’improvvisazione, l’interpretazione. Interverranno Dario Candela e Francesco D’Errico, direttori artistici di Piano City Napoli, e l’editore di RTF Salvio Vassallo.

 

Chiesa di San Francesco delle Monache – via Santa Chiara, 10. Dalle 18.00 l’ensemble vocale e strumentale Axia – direttore Andrea Guerrin, a cura de “Il canto di Virgilio” e “Associazione Domenico Scarlatti”

piazza Bellini: dalle 20.00 NO STOP MUSIC, a cura del Collettivo Insorgenza Musica e l’associazione culturale Osservatorio Palaestina

Arenile di Bagnoli: dalle 22.00 Giuliano Palma in concerto. Ingresso gratuito entro le ore 23.00

 

DOMENICA  23 GIUGNO

Bosco Capodimonte  Edificio Cellaio

Giugno musicale nel Real Bosco di Capodimonte, concerti nel Cellaio – ore 11,00

Recital per voce e piano: Leona Peleskova, soprano, Ingrid Somma, soprano e Francesco D’Ovidio, pianoforte. Musiche di W. A. Mozart, G. Puccini, E. Korngold, A. Dvorak, F. P. Tosti

A cura della Soprintendenza per i Beni architettonici paesaggistici artistici storici ed etnoantropologici di Napoli e Provincia e direzione Real Bosco di Capodimonte

La Soprintendenzaper i Beni architettonici paesaggistici artistici storici ed etnoantropologici di Napoli e Provincia ha organizzato quattro concerti nel Real Bosco di Capodimonte, nell’edificio Cellaio, originario edificio borbonico destinato al deposito delle derrate alimentari quando il sito in epoca settecentesca era configurato oltre che come riserva di caccia del Re, anche come vera e propria azienda agricola.

 

In Campania la Festa è anche a………..

° Casavatore _ 21 giugno: Festa europea della musica di Casavatore

° Caposele _ 21 e 22 giugno: Festa europea della musica di Caposele.
Parco fluviale – Caposele (AV)

° Ischia 21, 22 e 23 giugno:  Festa europea della musica dell’isola d’Ischia

…………………………………………………………………………………………………………………

 

Per dettagli, info e indicazioni: www.festadellamusicanapoli.it

FB: comitato festa della musica di napoli
Per il programma internazionale: www.fetedelamusique.culture.fr/international [dalle 22:00 del 21 giugno  potrai vedere le foto della Festa provenienti da tutte le città del mondo in tempo (quasi) reale].

per il programma italiano: www.festadellamusica-europea.it

Si ringrazia: Comune di Napoli, assessorato alle Politiche Giovanili e assessorato al Welfare; ass. cult. il teatro del Sole e tutti gli artisti che hanno aderito a titolo gratuito. La “Festa europea della musica” di Napoli 2013 si avvale del contributo di Metronapoli spa, Cisl-Filca Campania e Cariparma – Credit Agricole. Coordinamento internazionale: ADECP Parigi, ass. ita. Promo Festa Musica – Roma.

 

Print Friendly
Rosa Criscitiello

Autore : Rosa Criscitiello

32 anni, afragolese. Dopo aver sostenuto i suoi esami presso l’ateneo federiciano ed essersi dedicata al teatro (laboratorio teatro Elicantropo, drammaturgia e regia), lascia l’Italia e termina gli studi laureandosi in Lingua e Cultura Italiana (Italiaanse Taal en Cultuur) all’Universiteit van Amsterdam; torna per un master in Management degli eventi e dei prodotti musicali, teatrali e cinematografici (Pomigliano Jazz Festival, Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II), al quale segue uno stage in “Stella Film”. Nel frattempo, si dedica alla progettazione culturale ed infine approda alla produzione di concerti, collaborando con Concerteria, Promomusic Italia e l’allestitore Italstage. Appassionata della propria italianità e dell’incontro tra le culture, parla benissimo l’inglese e molto meno bene il nederlandese, ed è, a tempo perso, un’insegnante di italiano a stranieri.

Tutti gli Articoli