Portale di approfondimento cittadino    |
La Maratona del Cinema a Napoli
8 ottobre, 2015   |  

locandina1Nel corso di una conferenza stampa tenuta presso la Sala della Giunta a Palazzo San Giacomo, l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele ha presentato il ricco cartellone di eventi cinematografici che stanno animando ed animeranno la città per circa 80 giorni, dalla fine di settembre fino a fine anno. Una vera e propria maratona che si dirama in sei distinti festival, ognuno con le proprie peculiarità, tematiche e location.  Una “straordinaria e trasversale offerta culturale” come l’ha definita l’assessore Daniele (foto). “Obiettivo comune è la diffusione della cultura cinematografica quale mezzo di conoscenza e approfondimento non solo artistico, ma anche sociale, antropologico, politico, di attualità, tramite opere che offrono nuovi sguardi e occasioni di riflessione tralasciate dai circuiti commerciali”.

Al tavolo con l’Assessore Daniele vi erano gli ideatori e i responsabili dei sei festival, ovvero Giuseppe Colella per il Napoli Film Festival, Laura Trisorio per Artecinema, Antonella Di Nocera per Venezia a Napoli, Maurizio Del Bufalo per il Festival dei diritti umani, Francesco Napolitano per O’ Curt, ed infine Carlo Cremona per la rassegna OMOVIES.

Il primo dei festival della maratona cinematografica napoletana è il Napoli Film Festival, giunto alla XVII edizione, che ha reso omaggio al regista napoletano Mario Martone con una retrospettiva a lui dedicata, ospitando inoltre i registi Francesco Munzi e Marco Risi, Libero de Rienzo e Andrea Purgatori, questi ultimi nell’ambito delle celebrazioni per il trentennale della tragica scomparsa  del giornalista Giancarlo Siani. Il festival si è appena concluso con la vittoria dell’olandese “Matterhorn [Cervino]” di Diederik Ebbinge, sul tema della omofobia.

L’ideale staffetta passa all’Artecinema che festeggia la sua 20ª edizione il 15 ottobre in uno dei più bei Massimi del Mondo, il San Carlo, con due prime nazionali: Art War di Marco Wilms, sull’arte dei graffiti come unico strumento di contestazione in Egitto durante la primavera araba e il film di Jill Nicholls Jeff Koons: Diary of a Seducer attraverso il quale si seguirà uno dei più controversi artisti del nostro tempo durante la preparazione delle recenti mostre al Whitney Museum di New York e al Centre Pompidou di Parigi.

Le proiezioni proseguiranno al Teatro Augusteo, e sono previsti incontri con registi all’Accademia di Belle Arti, all’Istituto Grenoble; inoltre sabato 17 ottobre ci sarà una speciale proiezione del film Illustre et inconnu: comment Jacques Jaujard a sauvé le Louvre alla presenza dei registiJean-Pierre Devillers e Pierre Pochard presso la casa circondariale di Secondigliano.

La quinta edizione di Venezia a Napoli. Il cinema esteso, a cura di Unione AGIS Cinema e di Parallelo 41 Produzioni, si terrà dal 22 al 25 ottobre 2015 in numerose sale cittadine. Sarà proposta una selezione di film tra quelli presentati alla 72ma Mostra del Cinema di Venezia.

Il cinema esteso, come spiega la coordinatrice Antonella Di Nocera: “Esteso, dunque, il concetto di cinema che supera i confini del territorio “commerciale”,  ed esteso il modo di concepire la rassegna fin dal suo esordio 5 anni fa, poiché l’evento anche quest’anno” porterà i film di Venezia nelle sale “del centro e della periferia, attraverso le visioni e gli incontri con autori e attori, nell’idea di un ampio respiro culturale di Napoli. Cinematografie lontane, film in lingua originale, dialoghi con i protagonisti: un ponte diretto con Venezia con il coinvolgimento delle associazioni, degli istituti di cultura e delle università cittadine per far tornare, anche quest’anno, il cinema di qualità a Napoli.”

Due grandi anteprime hanno aperto la rassegna:  venerdì 25 settembre con il regista Vincenzo Marra al cinema Filangieri è stata presentata “La prima luce” film vincitore del premio “Premio Pasinetti Speciale” nella selezione ufficiale delle Giornate degli autori a Venezia72; ed in esclusiva nazionale la proiezione di Rabin, the last day, del maestro israeliano Amos Gitai il 2 ottobre al Cinema Metropolitan, serata in collaborazione con il NFF.

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani (VIII edizione) si svolgerà dal 9 al 14 novembre in vari luoghi della città proponendo, attraverso proiezioni, incontri e testimonianze, spunti di riflessione sui Diritti fondamentali dell’individuo e delle comunità, avendo come punto di partenza l’idea di “Napoli, Capitale dei Diritti Umani”  e mettendo a confronto le criticità della nostra società con quelle di altri Paesi.

Tra gli eventi internazionali segnaliamo la proiezione del film di Jorge Denti La Huella del dr. Guevara”, che riporterà gli spettatori negli anni della dittatura argentina e alla scoperta di  Ernesto Guevara. L’opera, in prima visione italiana sarà commentata da Renzo Rossellini.

Si ricorda, infine il concorso, che quest’anno ha registrato oltre 1000 iscrizioni, e la presentazione sabato 14 novembre in  la prima assoluta diNi un pibe menos”, il film di Antonio Manco, film sulla vita e la morte dei bambini delle villas miserias di Buenos Aires.

Il Festival del cortometraggio ‘O Curt, dal 18 al 21 novembre, offrirà una finestra sul mondo del cinema breve con ben cinque sezioni competitive e opere provenienti da tutto il mondo. Ospite di quest’anno sarà il regista culto Victor Erice, del quale verrà proiettata l’intera filmografia. Quest’edizione del festival, infatti, rientra nel circuito dell’ Acción Cultural Española, ente pubblico finalizzato alla promozione della cultura spagnola oltre i confini nazionali.

Il festival che concluderà la lunga maratona cinematografica napoletana sarà Omovies, primo festival LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender) del Sud Italia, a cura di I Ken, che si occuperà dell’amore e delle sue differenze, anche mediante il concorso di materiale audiovisivo “OMOVIES 2015” e di traduzione di opere straniere  “OMOVIES in TRANSlation”, senza dimenticare OMOVIES@SCHOOL cui è affidato il gravoso ed importante compito di contribuire alla sensibilizzazione al contrasto della violenza e del bullismo scolastico.

L’ ampiezza del programma, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo, su proposta del Coordinamento dei Festival Cinematografici della Campania, diventa così strumento di accrescimento della offerta culturale e turistica della città di Napoli, da proporre nei circuiti nazionali e internazionali del settore.

Considero positivo che da qualche anno il lavoro dei diversi organizzatori di questi ‘appuntamenti’ napoletani del cinema si vada sempre più coordinando, e sono fiero che l’Assessorato alla Cultura si sia fatto promotore di questo incontro. Durerà quasi tre mesi questa ‘Maratona del Cinema’, ma sarà tutt’altro che una corsa defatigante. E’ al contrario un viaggio di esplorazione, che ci offre paesaggi diversi ad ogni sosta e suggestioni inattese; un unico percorso articolato, nel quale ogni rassegna svolge tematiche proprie, ha un suo pubblico di elezione, ma, contemporaneamente, sa e vuole rivolgersi ad un pubblico più ampio di appassionati, offrendo loro una ricca serie di opportunità. Così, mentre il percorso della maratona invoglia noi napoletani a riscoprire, con rinnovata meraviglia, le infinite potenzialità della settima arte, si arricchisce allo stesso tempo il panorama culturale della città, rendendolo sempre più ricco, interessante e stimolante”- dichiara l’Assessore Nino Daniele.

I siti dei Festival:

www.napolifilmfestival.com

www.artecinema.com

www.veneziaanapoli.it

www.cinenapolidiritt.it

www.omovies.it

Print Friendly
Bernardino Di Palo

Autore : Bernardino Di Palo

Nato ad Afragola (NA) nel 1980, avvocato per professione, cinefilo per passione. E' esperto di cinema italiano di genere, in particolare horror. Dario Argento è la sua ossessione.

Tutti gli Articoli



Archivi