Portale di approfondimento cittadino    |
Cinema e impegno civile: Enzo Decaro protagonista del corto “I frutti del lavoro”
14 luglio, 2014   |  

L’opera, scritta e diretta dal regista Andrea D’Ambrosio, ha come protagonista l’attore Enzo Decaro

ENZO DE CARO[cs] – Cinema e impegno civile nel Comune di Vibonati che si trasforma in set cinematografico per il cortometraggio I frutti del lavoro del regista salernitano Andrea D’Ambrosio.

Protagonista della storia è Carlo, interpretato dall’attore Enzo Decaro, che ritorna in paese per insegnare in una scuola elementare dove si affezionerà a Dario, bambino vivace e sensibile, il cui padre ha un grave incidente sul lavoro. L’opera, prodotta dalla società Iuppiter Group con il determinante sostegno dell’INAIL e dell’Università di Salerno, i contributi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, della Banca di Credito Cooperativo del Cilento e Lucania Sud, e il patrocinio del Comune di Vibonati che ha rilasciato le relative autorizzazioni, si propone non solo di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sul delicato tema delle morti bianche e della sicurezza sul lavoro ma anche di mostrare bellezze e tesori del Golfo di Policastro.

La produzione e il regista D’Ambrosio (foto sotto), presto di nuovo sul set con il film 2 euro l’ora, hanno scelto come location il borgo salernitano sia per il “talento” paesaggistico del luogo sia per il prezioso intervento del consigliere comunale Manuel Borrelli, cultore di cinema e da sempre impegnato in iniziative culturali e sociali, che è riuscito, con passione e professionalità, a rendere possibile la realizzazione del cortometraggio a Vibonati.

d'ambrosioL’opera, grazie all’interessamento di enti pubblici, alla qualità del cast – tra gli attori citiamo Alberto Franco, Umberto Iervolino, Eva Immediato e il piccolo Gabriele D’Aquino che interpreterà Dario – e alle già avviate sinergie con associazioni e centri di aggregazione, avrà un respiro locale e nazionale con la partecipazione ai festival dedicati a temi sociali e a quegli eventi che hanno come obiettivo quello di promuovere il “lavoro sicuro”.

[foto: presskit]

Print Friendly

Tutti gli Articoli