Portale di approfondimento cittadino    |
Richard Galliano: solo concert imperdibile al Pomigliano Jazz Winter
28 ottobre, 2013   |  

Richard_Galliano_1Martedì 29 ottobre, ore 20:30Richard Galliano in un solo concert imperdibile nel Museo Diocesano di Napoli, per l’edizione winter 2013 di Pomigliano Jazz in Campania. Il musicista francese, maestro assoluto della fisarmonica, si esibirà nella seicentesca Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova, una delle più prestigiose del centro storico partenopeo, situata in Largo Donnaregina.

Richard Galliano ha dimostrato al mondo come fare jazz con la fisarmonica.

Ispirato da sincera ammirazione per l’amico Astor Piazzolla, Galliano è riuscito a rivitalizzare una tradizione che si pensava non avrebbe mai incontrato innovatori, rivoluzionando concezioni ritmiche e armonie di questo straordinario strumento.

Universalmente riconosciuto come solista d’eccezione, Galliano è sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali.

In lui convivono un grande lirismo, come nelle balads di “Love Day”, con Gonzalo RubalcabaCharlie Haden e Mino Cinelu, e un personalissimo “French Touch” che emerge, ad esempio, nel bellissimo progetto “From Billie Holiday To Edith Piaf”, in compagnia di Wynton Marsalis.

Al FosterJuliette GrecoCharles AznavourAldo RomanoRon CarterChet BakerEnrico RavaPaolo FresuMiroslav VitoušTrilok GurtuJan GarbarekGary BurtonMichel PetruccianiMichel PortalEddie Louiss e Toots Thielemanssono solo alcuni dei tanti altri grandi artisti con cui ha collaborato.

Richard Galliano ritorna al Pomigliano Jazz dopo la felice esperienza vissuta alla XVI edizione del Festival.
Allora fu protagonista di un concerto esclusivo, fra tango e tradizione partenopea, con l’Orchestra Napoletana di Jazzdiretta da Mario Raja, ospite Raiz, nello splendido scenario delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.

La seicentesca Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova, una delle più prestigiose del centro storico di Napoli, promette di ispirare un altro indimenticabile concerto.

Print Friendly
Massimiliano Mariano

Autore : Massimiliano Mariano

Umanista, Antropologo autodidatta, Artemagnetizzato,Vinilista, Disck Jockey, Bartender, BAR-JAY MAX!M (il suo alter-ego, miscelatore di Dischi e Cocktails) aspirante Improattore e Visionario cinematografico. Hobbies: Provocatore di neuroni pigri. casalingo, scrutatore di disumani e ludolinguistica. Nato (quasi per miracolo) Stabiese, nel cosidetto centro delle corna del bue del Golfo di Napoli, (Castellammare di Stabia) sotto il segno del Toro ( precisamente alle 9 di mattina del 28 aprile 1976), dove cresce e pasce fino al 1995. Curioso cronico, viaggiatore a piedi, in treno, in auto, in aereo e bici, ma soprattutto con la mente e lo spirito. Fin dall'infanzia affascinato dall'alchimia di cose materiali ed immateriali, naturale predisposizione per le mescolanze, in adolescenza confluiscono in 2 arti che lo accompagneranno per piú di un ventennio, sia dietro i banconi di bar sia dietro ad una consolle, in giro per lo stivale prima e per il mondo poi, da un punto di vista privilegiato. Sceglie questo percorso, per confrontarsi con culture, tradizioni e linguaggi, con i fari della curiosità e dell'immedesimazione sempre accesi. Ma nonostante la predisposizione all'integrazione, mantiene volutamente l'accento e la gestualità da napoletano ed i valori della Terra d'origine, anche quando parla in inglese,tedesco e spagnolo, per evolversi, come ama autodefinirsi, " globetrotter con licenza da esportatore di NAPOLETANITÁ ". Ideatore del laboratorio multiartistico sulla Napoletanità " Anapologismi " . max.mariano@email.it

Tutti gli Articoli