Portale di approfondimento cittadino    |
Quattro giornate…e una nottata (bianca) al Vomero!
27 settembre, 2012   |  

A cura di Pino Distefano

Sabato 29 settembre 2012 al Vomero un evento da non perdere assolutamente!

La collina, infatti, sarà in festa fino alle tre di notte per un’ eccezionale notte bianca. Si potrà assistere a spettacoli di tipo teatrale, vedere film a Castel Sant’Elmo per il Napoli Film Festival, fare shopping per i negozi che aderiranno all’iniziativa e partecipare a numerosissimi altri eventi.

Tutto questo (non a caso) coincide con l’anniversario delle Quattro Giornate di Napoli. Abbiamo incontrato per le vie del Vomero il Presidente della V municipalità, Mario Coppeto (foto; fonte: ilfarodelsud.net), e ne abbiamo approfittato per fargli qualche domanda:

Presidente, oggi è il 28 Settembre: siamo, cioè, nel vivo delle Quattro Giornate che 69 anni fa hanno fatto la Storia, non solo di Napoli, ma del nostro paese. La V municipalità come intende mantenerne viva la memoria?

Intanto la nostra municipalità all’ interno delle “Quattro Giornate di Napoli” mette in piedi una serie di eventi che parla a tanti e ai più: al commercio, allo spettacolo, alla cultura, alle arti … Ci saranno eventi sportivi dedicati anche ai disabili. Si proietterà un film come Le Quattro Giornate di Napoli di Nanni Loy all’interno della manifestazione del Napoli Film Festival. Gia da oggi presso L’ Humaniter, a piazza Vanvitelli ci sarà una mostra e poi ci doveva essere (purtroppo non si farà più) non allo Stadio Collana ma a Quarto, un quadrangolare di calcio contro il nazi-fascismo.

Insomma la Storia va ricordata; ma non ci fermiamo qui: intendiamo ricordare, ma già lo facciamo da anni, anche la quinta giornata  quando i morti furono portati in un corteo funebre dal liceo Sannazzaro fino allo Stadio Collana per essere seppelliti.

Quindi lei ci tiene alla memoria di queste giornate. Ma  gli eventi quest’anno sono davvero tantissimi, come mi è sembrato di capire. Come mai? Pensa che quest’anno la Memoria sia più importante rispetto al passato?

E’ sempre importante ricordare la Resistenza. Non bisogna mai abbassare la guardia. In questi 69 anni sono successe cose gravissime. Penso al Medio-Oriente. Penso al massacro di Sebrenica. Sono eventi tutti molto recenti. Quindi queste iniziative sono volte non solo a ricordare ciò che è stato ma anche a lanciare un monito affinché queste cose non accadano più.

 

Un ultima domanda sul grande evento che ci sarà la notte fra sabato e domenica. Come mai la municipalità ha pensato quest’evento? Erano anni che non c’era una Notte Bianca a Napoli…

Perché la V Municipalità ritiene importante un simile momento di aggregazione. L’evento, inoltre, è  al Vomero ma è invitata tutta la cittadinanza. Poi il Vomero è la collina dei saperi. E noi vorremo fossero osservati questi saperi e ci proveremo insieme ad istituzioni prestigiose, Accademie, la Soprintendenza. Vogliamo dare agli artisti, a musicisti, a pittori e scultori la possibilità di esibirsi e dare, contemporaneamente la possibilità ai cittadini di avere un momento di svago e di riflessione.

Print Friendly

Tutti gli Articoli