Portale di approfondimento cittadino    |
Il Premio Napoli c’è: al via la X edizione
7 novembre, 2014   |  

 

Peppe Barra

Il Premio Napoli c’è, giunge alla X edizione e festeggia questo importante traguardo lunedì 24 novembre sul più prestigioso dei palcoscenici: quello del Teatro San Carlo.

La serata sarà presentata da Gino Rivieccio e Serena Rossi, e si potrà assistere alle “Fantasie” dello straordinario interprete della napoletanità Peppe Barra (foto) con l’Ensemble strumentale del Teatro di San Carlo, diretto dal maestro Maurizio Agostini, con la rielaborazione musicale a cura di Edoardo Panariello.

Il premio, nato 10 anni fa per iniziativa del mensile “l’Espresso napoletano”, edito da Rogiosi, come risposta ad un polemico articolo dell’epoca in cui si delineava la “morte” della città di Napoli, gode del patrocinio morale del Comune di Napoli e dell’Assessore alla Cultura Nino Daniele, per il quale “il Premio Napoli c’è dimostra che la cultura e la voglia di fare in città sono più che mai vive e che, di contro alla congiunture economiche sfavorevoli, vanno avanti con intraprendenza e coraggio”.

Rosario Bianco, della casa editrice Rogiosi, spiega di raccontare con la rivista l’Espresso napoletano la Napoli migliore, quella che brilla, quella che eccelle; e come dichiarato alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, lo scopo del premio è offrire un riconoscimento alla persone “comuni”, a coloro che tutti i giorni si recano a lavoro e si scontrano con la quotidianità e con le problematiche della vita vissuta, a quelle eccellenze napoletane troppo spesso offuscate dal grigiore dei racconti sulla camorra, sui rifiuti, sui vari disastri pur presenti sul territorio, a coloro i quali vivono la città e non fuggono via. Ecco perché spesso tra i premiati vi sono magistrati, personale delle Forze Armate, giornalisti etc..

Presenti alla conferenza stampa anche il Sovrintendente al Teatro San Carlo Rosanna Purchia, che sarà premiata per il suo impegno e dedizione, ed il Maestro Peppe Barra, che ha espresso tutto il suo rammarico per l’assenza in palcoscenico, questo Natale, dopo ben 40 anni, dell’opera tardo seicentesca “La Cantata dei pastori”; l’editore Rosario Bianco ha prontamente rassicurato il Maestro Barra promettendogli l’impegno concreto di portare sul palco del Massimo napoletano la Cantata in occasione del Natale 2015.

Tornando alla serata del 24 novembre, per l’occasione l’artista Lello Esposito ha realizzato il Premio (foto cover) che verrà consegnato, oltre al Sovrintendente Purchia, al Presidente della Corte di Appello di Napoli Antonio Buonajuto, al Presidente G.I.P. Giustino Gatti, all’esperto di oncologia molecolare e biologia cellulare nonché direttore IFOM dr. Pier Paolo Di Fiore, al Comandante interregionale dell’Arma dei Carabinieri Franco Mottola, all’imprenditore Luca Ferrara del Pastificio Ferrara, al direttore del Centro di produzione RAI di Napoli Francesco Pinto, all’imprenditore antiracket Antonio Mennella, al redattore capo TGR Campania Antonello Perillo e all’avvocato Gerardo Marotta.

[Photo: Joseph Briska]

Print Friendly
Bernardino Di Palo

Autore : Bernardino Di Palo

Nato ad Afragola (NA) nel 1980, avvocato per professione, cinefilo per passione. E' esperto di cinema italiano di genere, in particolare horror. Dario Argento è la sua ossessione.

Tutti gli Articoli



Archivi