Portale di approfondimento cittadino    |
I due anni di “iocisto” come rinascita culturale
23 luglio, 2016   |  

iocistoIl 21 luglio non è stata una semplice festa di compleanno per la libreria “iocisto” al Vomero.  Vi è qualcosa di diverso. E questo perché non si può considerare “iocisto” una semplice libreria o associazione, pur nella sua specificità di essere la prima libreria ad azionarato popolare. Sarebbe riduttivo.

Come noto, “iocisto” è nata due anni fa, in un periodo molto difficile per la cultura del Vomero (anzi di Napoli) che aveva visto chiudere le sue storiche librerie.  Dopo la sua nascita, il Vomero ha visto effettivamente una ripresa culturale che ha portato, ad esempio, alla Mooks di Piazza Vanvitelli. Probabilmente la Mooks ci sarebbe stata comunque, da un punto di vista economico, ma quello che ha fatto “iocisto” è l’aver dato vita a un ambiente, un movimento, un fermento cittadino verso la cultura che è tangibile che ha plasmato, in positivo, la popolazione in questi due anni e avvicinandola non solo ai libri.

Ecco perché il 21 luglio non è stato solo l’anniversario della libreria diretta da Alberto Della Sala (con tanti soci, volontari e simpatizzati). È quasi una data simbolo di rinascita per un quartiere che ha tornato ad avere voce in capitolo nell’ambito della cultura e che, per la cultura, è diventato un polo attrattivo locale e nazionale. Chi viene a Napoli, passa per “iocisto” per presentare il proprio libro o incontrare il pubblico, molte volte preferendo la piccola (per capienza) sala vomerese alla Feltrinelli di Piazza dei Martiri (che pure ha festeggiato poco tempo fa i 15 anni), con le manifestazioni che si fanno grandi eventi esterni durante il periodo primaverile-estivo. E come ogni polo che ha capacità di attrarre, se ne deve fare tesoro

Print Friendly
Armando Rotondi

Autore : Armando Rotondi

È docente di Letteratura Italiana a L'Orientale di Napoli e Full-Time Lecturer in Performance Theory, History and Criticism e in Story-Telling a Barcellona. Precedentemente è stato Adjunct Prof. presso la Nicolaus Copernicus University di Torun (Polonia) e ricercatore in visita a Bucarest e ha insegnato Discipline dello Spettacolo e dei Grandi Eventi al Corso di Laurea in Scienze del Turismo dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Dopo essersi laureato in teatro e cinema presso la “Federico II” e “La Sapienza” di Roma, ha conseguito il Dottorato di Ricerca all’University of Strathclyde di Glasgow. È stato traduttore per il Tron Theatre di Glagow. Iscritto come giornalista al Chartered Insitute of Journalist (UK), ha pubblicato quattro monografie, un volume in curatela e circa cento tra articoli scientifici, schede di catalogo e voci di dizionario/enciclopedia. È stato inoltre relatore in più di venti convegni internazionali in Italia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Polonia, Romania, Turchia, Irlanda e Repubblica Ceca.

Tutti gli Articoli