Portale di approfondimento cittadino    |
Comicon, siamo fieri di questa fiera!
29 aprile, 2013   |  

Sono stati quattro giorni davvero molto intensi: incontri, dibattiti, proiezioni, happening e cose simili. Ma, sicuramente,  ciò che dai più sarà ricordato di questa fiera saranno le lunghissime ed interminabili file. File per entrare alla Mostra d’Oltremare, per andare al bagno, per prendere un panino o per farsi autografare un fumetto. Perché in questi quattro giorni di Comicon sono stati venduti circa 15000 biglietti al giorno. Nonostante le giornate di venerdì e sabato fossero state fredde e piovose una miriade gli appassionati di fumetto di Napoli hanno invaso lo stesso gli spazio del Salone..

A parte le file, ci sono stati alcuni eventi a cui non si poteva non partecipare.

La mostra che celebra i trent’anni di Valvoline, un inserto di quarantaquattro pagine uscito con la rivista Alteralter, disegnato da artisti come Daniele BrolliGiorgio CarpinteriIgortMarcello JoriJerry KramskyLorenzo Mattotti. Era un esperimento che si proponeva di fare una ricerca sul fumetto da un punto di vista formale e stilistico. Ma non fu apprezzata dal pubblico e Valvoline durò solo pochi numeri.

La riscoperta del murale di Paz: un giorno di circa venticinque anni fa, nel 1987, Andrea Pazienza regalò alla città, in una performance memorabile, un’opera d’arte che molti pensavano distrutta. Invece, la Mostra d’Oltremare è riuscita a salvare il murale che sembrava rovinato in maniera irreparabile. In occasione di Comicon 2013 il nuovo presidente della Mostra Andrea Rea, ha fatto in modo che ieri abbia avuto luogo una presentazione al pubblico del Murale a cui hanno partecipato i fratelli di Andrea, Mariella e Michele Pazienza,  due autori ospiti che gli sono stati colleghi e amici: Milo Mnara e Tanino Liberatore e il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris. 

La consegna dei premi Micheluzzi che ha visto protagonista  Zerocalcare, il quale si è detto felice di aver ricevuto il premio come miglior fumetto dell’anno per “Un polpo alla gola” dato che fino a due anni fa il fumettista romano era a farsi le ossa come autore underground di autoproduzioni e oggi è fra i big della fiera.

Le proiezioni di cartoon classici con lo studioso di animazione Andrea Ippoliti e la proiezione del documentario “Una storia da cani” organizzata dal dialoghista Nunziante Valoroso.

Mentre per i bambini di tutte le età il fumettista Blasco Pisapia ha insegnato a disegnare i personaggi del Topolino in occasione del numero 3000 del fumetto.

Ricordiamo infine che, nonostante la fiera sia giunta a conclusione, chi si vuole fare una cultura fumettistica può recarsi al Grenoble dove sono esposte le illustrazioni delle illustratrici Anne Simon e Aisha  Franz mentre all’Istituto Cervantes sono esposte le tavole di Brain the Brain, fumetto dello spagnolo Miguel Angel Martin.

 

Print Friendly
Pino Distefano

Autore : Pino Distefano

Pino Distefano è nato a Napoli nel 1983. È coautore insieme a Gianmarco Pisa e Christian Gemei del libro Cercando Pasolini (La Città del Sole, Napoli, 2006). Si interessa di cinema d’animazione, fumetto, filosofia e letteratura. Ha scritto di cinema e fumetto per la rivista online Wolf e per C per Cinema. Ha conseguito il diploma per sceneggiatura per audiovisivi presso la Scuola Italiana di Comix di Napoli.

Tutti gli Articoli