Portale di approfondimento cittadino    |
L’artista bulgaro Zlatev a Palazzo Carafa
28 febbraio, 2014   |  

TheLastGun1Pietro Tatafiore è (in tutti i sensi)  un figlio d’arte. E’, infatti, figlio di quell’Ernesto Tatafiore che passerà per i suoi quadri e per la sue sculture nella storia della nostra città. Pietro ha deciso di seguire le stesse orme del padre. Infatti da un po’ di tempo ha aperto una galleria d’arte al centro storico, a via Diomede Carafa 121, la  1OPERA GALLERY, dove spesso ospita opere d’arte e installazioni di altri artisti. Da oggi la sua galleria ne  ospiterà due di un’artista bulgaro d’adozione americana Konstantin K. Zlatev , il quale arriva a Napoli per una personale.  Le due opere sono: The Last Gun , che ha vinto  il premio Arte Laguna nel 2013, una meraviglia di ingegneria che esegue la colonna sonora de Lultimo dei mohicani attraverso le canne di un fucile da caccia e The Street Musician, un mix di disegno industriale, musica e robotica  che deforma la tradizione bulgara del Kaval, il flauto caro ai pastori  delle montagne bulgare. Queste opere verranno presentate al pubblico italiano, a partire da oggi. Sono istallazioni di fortissimo impatto emotivo. Zlatev ci mette di fronte al problema del rapporto sempre molto complesso fra tradizione e innovazione, fra vecchio e nuovo, fra mondo rurale (quello dei pastori) e il mondo dell’industria, della tekné. Un tema, questo, che non smette mai di affascinare poeti, artisti ed intellettuali.

Per info: http://www.1opera.it/ (foto).

Print Friendly
Pino Distefano

Autore : Pino Distefano

Pino Distefano è nato a Napoli nel 1983. È coautore insieme a Gianmarco Pisa e Christian Gemei del libro Cercando Pasolini (La Città del Sole, Napoli, 2006). Si interessa di cinema d’animazione, fumetto, filosofia e letteratura. Ha scritto di cinema e fumetto per la rivista online Wolf e per C per Cinema. Ha conseguito il diploma per sceneggiatura per audiovisivi presso la Scuola Italiana di Comix di Napoli.

Tutti gli Articoli