Portale di approfondimento cittadino    |
Ironia e realismo nelle fotografie di Luciano De Crescenzo
11 gennaio, 2015   |  

de-crescenzo1Le mostre di fotografie stanno diventando sempre più in voga in Italia. Da Cartier-Bresson a Roma a Tina Modotti a Verona e molte altre ancora in tutta la penisola. Napoli, e nello specifico Museum-Shop di Piazzetta Nilo (Largo Corpo di Napoli 3), dedica una retrospettiva inedita a Luciano De Crescenzo, scrittore e regista, per la prima volta presentato in veste di fotografo.

La retrospettiva è piccola, raccolta, ma interessante e di grande fascino. Le 47 fotografie in mostra sono state scattate da De Crescenzo, pubblicate nell’introvabile volume La Napoli di Bellavista (1979), che ne raccoglie circa 150, e sono testimonianza di un aspetto non tanto sconosciuto quanto piuttosto sottovalutato del De Crescenzo artista.

Sono immagini particolari, poetiche, che, in maniera banale, potremmo dire raccolgono la quintessenza della napoletanità, ovvero quell’insieme di grazie e degrado, di contraddizione, di amore e dolore, di bello e brutto. Molte immagini compaiono, anche di sfuggita, in Così parlò Bellavista, ma, se nella pellicola esse sembrano parte del folklore e del bozzetto napoletano, nel parallelo fotografico, in bianco e nero, diventano di grande e crudo realismo, sebbene rimanga sempre la nota chiave dell’ironia.

Una bella occasione, quindi, per scoprire un altro De Crescenzo, in una bella sede quale quella del Museum-Shop di Piazzetta Nilo. La mostra Luciano De Crescenzo. Fotografo, a cura di Laura del Verme e Paola De Crescenzo, è ad ingresso gratuito e visitabile sino al 12 febbraio.

 

Print Friendly
Armando Rotondi

Autore : Armando Rotondi

È docente di Letteratura Italiana a L'Orientale di Napoli e Full-Time Lecturer in Performance Theory, History and Criticism e in Story-Telling a Barcellona. Precedentemente è stato Adjunct Prof. presso la Nicolaus Copernicus University di Torun (Polonia) e ricercatore in visita a Bucarest e ha insegnato Discipline dello Spettacolo e dei Grandi Eventi al Corso di Laurea in Scienze del Turismo dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Dopo essersi laureato in teatro e cinema presso la “Federico II” e “La Sapienza” di Roma, ha conseguito il Dottorato di Ricerca all’University of Strathclyde di Glasgow. È stato traduttore per il Tron Theatre di Glagow. Iscritto come giornalista al Chartered Insitute of Journalist (UK), ha pubblicato quattro monografie, un volume in curatela e circa cento tra articoli scientifici, schede di catalogo e voci di dizionario/enciclopedia. È stato inoltre relatore in più di venti convegni internazionali in Italia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Polonia, Romania, Turchia, Irlanda e Repubblica Ceca.

Tutti gli Articoli